Home   »   Bellezza   »   I tatuaggi con hennè  
 
I tatuaggi con hennè

I tatuaggi con hennè

L’hennè ha una storia millenaria, infatti viene utilizzato dalle donne mediorientali sin dall’alba dei tempi. Il suo fascino ha resistito fino ai giorni nostri, infatti viene sfruttato per realizzare dei bellissimi tatuaggi su tutto il corpo con una durata limitata.

Hennè: in cosa consiste
Chi vuole dare un tocco più personale al proprio look senza renderlo definitivo, può provare il tatuaggio con l’hennè. Questo consiste in un trattamento naturale con cui decorare la pelle per un determinato periodo di tempo, da applicare su qualsiasi parte del corpo.

Il prodotto utilizzato è composto da un misto di rami e foglie essiccate dell’arbusto noto come “henna” che, addizionato ad altri ingredienti, vanta un forte potere colorante. L’hennè è largamente conosciuto e apprezzato nella cosmetica, e affonda le sue radici nella storia mediorientale. Negli ultimi anni ha conquistato anche i gusti occidentali, sfruttandolo sia come tinta per i capelli sia per i tatuaggi temporanei.

Questo prodotto è dunque molto versatile in campo di bellezza, specie per le sue sfumature che variano dall’arancione al marrone scuro con un tocco ramato. Oltre ai trattamenti per i capelli, la sua applicazione è utilizzata soprattutto per realizzare ogni genere di tatuaggio. Perfetto chi desidera decorarsi la pelle per breve tempo, è molto utile anche come prova di un tatuaggio definitivo. In questo modo, infatti, si può avere un’idea più pratica e precisa di quello che comportano quelli indelebili.

Come farlo in casa
I tatuaggi con l’hennè si possono realizzare sia a casa che nei centri estetici specializzati. Questi ultimi assicurano una maggiore precisione, inoltre garantiscono la qualità del prodotto. Chi vuole comunque fare delle prove e decorarsi da sé, può acquistare la polvere specifica presso qualsiasi erboristeria.

Una colta comprata, non resta che preparare il composto. Versate 2 cucchiai di polvere di hennè in una ciotolina e aggiungete il succo filtrato di 1 limone. Unite l’acqua calda necessaria per ottenere una pasta densa simile al dentifricio, quindi mescolate accuratamente.

Prendete un pennellino dalla punta molto fina, imbevetela nella pasta e procedete con il tatuaggio. Per avere una linea guida più precisa, disegnate la decorazione sulla zona desiderata utilizzando una matita.

Quando avrete finito il disegno, tenetelo in posa per almeno 5 ore. Per un risultato più duraturo, applicatelo la sera e copritelo con un foglio di pellicola, per poi rimuoverlo il giorno successivo.
Per eliminare la pasta essiccata e quindi mostrare il tatuaggio, imbevete un batuffolo di cotone con qualche goccia di olio d’oliva. Strofinatelo delicatamente sulla zona interessata finché non la avrete completamente rimossa.

Pro e contro
Essendo un trattamento a breve termine, il tatuaggio con l’hennè non risulta particolarmente dannoso. L’unico accorgimento a cui prestare attenzione è la composizione della polvere. Per assicurarsi di utilizzare un prodotto completamente naturale, recatevi presso la vostra erboristeria di fiducia; in alternativa, rivolgetevi a un centro estetico specializzato.

Il suo punto forte è certamente legato alla durata, infatti permette di sfoggiare un tatuaggio personalizzato senza un impegno definitivo. Quello con l’hennè, infatti, ha una durata variabile dalle 2 settimane a 1 mese intero a seconda della densità della pasta.