Home   »   Moda   »   Tronchetti o parigine: quali sono i preferiti dalle donne?  
 
Tronchetti o parigine: quali sono i preferiti dalle donne?

Tronchetti o parigine: quali sono i preferiti dalle donne?

Per chi di voi non sapesse di cosa stiamo parlando, occorre effettuare una piccola spiegazione su questi due modelli di scarpe che, da qualche anno, stanno affollando le vetrine di numerosi negozi sia in Italia che nel resto d’Europa, complice la richiesta sempre più insistente da parte delle donne di poter acquistare delle scarpe comode che, tuttavia, esaltino la loro femminilità.

Sia i tronchetti che le parigine sono una tipologia di scarpa bassa, quindi non pensate agli stivali che arrivano a mezza coscia, dal momento che il principio di queste scarpe è l’esatto opposto. Esse, infatti, arrivano all’altezza della caviglia e del malleolo, anche se le case produttrici, sia delle parigine che dei tronchetti, da numerosi anni si stanno adoperando al fine di ampliare la propria offerta di scarpe alle donne, con modelli particolari e differenziati, così da accontentare tutte le richieste che arrivano ai loro atelier.

Tra le principali differenze che caratterizzano le parigine e i tronchetti, ve ne sono tre fondamentali: in primis la parigina possiede i lacci nel suo formato originale, i quali devono essere lunghi e sottili; inoltre esse devono arrivare all’altezza del collo della caviglia e non superarlo; infine, il tacco non deve essere eccessivamente alto (solitamente si attesta sui 5, massimo 8 centimetri).
I tronchetti, invece, si caratterizzano per il fatto di non possedere i lacci, di avere un’altezza che solitamente supera, anche se di poco, il collo della caviglia e, inoltre, i tacchi possono essere più alti e anche di spessore maggiore.

Se fino ad alcuni anni fa le donne erano dalla parte delle parigine, adesso la moda sta subendo una leggera variazione e sono sempre più numerose le richieste relative ai tronchetti. Essi consentono di camminare liberamente (grazie al tacco più spesso che offre una maggiore stabilità), tengono meglio il piede (dal momento che non si limitano ad arrivare la collo del piede ma solitamente sono leggermente più alte, quindi più contenitive) e, inoltre, non possedendo i lacci, non devono essere allacciate e, quindi, possono essere infilate e tolte con maggiore libertà e comodità.

Le parigine sono perfette da indossare durante una serata o un’occasione elegante e stanno bene sia con i pantaloni che con le gonne: esse trasmettono un’idea di signorilità, eleganza e classe e sia le donne mature che le ragazze giovani possono indossarle.
I tronchetti, invece, pur essendo altrettanto eleganti, sono solitamente indossati dalle donne giovani, più abituate a tacchi più vertiginosi; chi non ha dimestichezza con i tacchi, potrebbe infatti presentare difficoltà a camminare con queste scarpe.

Le mode, si sa, sono passeggere, ma i tronchetti e le parigine stanno riscuotendo un grande successo tra le donne, sia italiane che straniere e ipotizziamo che il loro futuro sarà lungo, roseo e carico di soddisfazioni: le case di moda si stanno impegnando per rispondere ai gusti di tutte le donne che, dal canto loro, non riuscendo a sottrarsi alla delizia di un paio di scarpe nuove, non smetteranno mai di acquistarle!