Home   »   Moda   »   Costume intero o bikini?  
 
Costume intero o bikini?

Costume intero o bikini?

Con l'arrivo dell'estate e delle vacanze al mare si ripropone per molte donne il solito dilemma: costume intero o bikini?
Il due pezzi in genere è più gettonato perché considerato più femminile e seducente, ma in verità non sta bene a tutte. E lo stesso si può dire per l'intero: non dona proprio a certe tipologie di fisico!
Vediamo quali sono i pro e i contro di entrambi i modelli e qualche consiglio per scegliere quello giusto e fare una bella figura in spiaggia!

Vantaggi e svantaggi del due pezzi
Il due pezzi presenta il vantaggio di essere indubbiamente un capo balneare molto femminile e anche sexy (soprattutto i modelli meno coprenti). Tuttavia per sfoggiare questo costume bisogna avere un fisico non troppo florido: questo non significa che possa essere indossato solo da chi è molto magra e slanciata (per camuffare piccoli difetti e rotondità basta scegliere un modello strategico), ma indubbiamente le donne con un fisico "importante" dovrebbero evitarlo, soprattutto se rotolini e adiposità sono localizzati sull'addome.
Inoltre, occorre considerare anche l'età: questo costume sta meglio alle donne giovani o in ogni caso a chi ha ancora una pelle abbastanza soda e compatta, non troppo avvizzita.

Vantaggi e svantaggi del costume intero
Il costume intero è da molte considerato poco femminile: in realtà, soprattutto se si sceglie un bel modello, è più chic e raffinato del due pezzi. Per chi in spiaggia vuole un look elegante e discreto è perfetto. Inoltre, può essere indossato da un numero maggiore di donne rispetto al bikini, per ovvi motivi: essendo più coprente, permette di camuffare pancetta, glutei larghi e altri difetti fisici (smagliature, cellulite, etc.).
Questo discorso non vale però per il monokini: si tratta di un modello che in realtà si avvicina più ad un due pezzi, perché lascia scoperte varie parti del corpo (presenta diverse aperture e spazi vuoti). Per stare bene con un costume così è necessario avere un fisico quasi perfetto!

Come regolarsi per scegliere il modello giusto
In definitiva, quando è meglio optare per l'intero e quando per il due pezzi? Bisogna considerare la propria tipologia di fisico. In linea di massima, il costume intero è consigliabile in questi casi:
- Quando le rotondità e i chili di troppo sono evidenti e “sparsi” un po' in tutto il corpo: in tal caso l'intero è la soluzione perfetta. Se avete un bel seno scegliete un modello con una scollatura che lo valorizzi, così da attirare l'attenzione su di esso
- Quando la pancetta è molto evidente: anche in questo caso il bikini è da evitare. Un bel modello di costume intero vi permetterà invece di nascondere il difetto e di valorizzare altri punti forti del vostro fisico, come il seno o le spalle, ad esempio
- Quando si ha un fisico androgino: l'intero è perfetto per chi ha un fisico molto asciutto e privo di forme, perché da un tocco di femminilità in più. In particolare, va bene il modello con gli oblò sui fianchi
- In caso di bassa statura: chi ha un bel fisico, ma è piuttosto bassa dovrebbe optare per un bel costume intero a tinta unita e sgambato, perché rende la figura più slanciata.
E il due pezzi invece? Ecco quando va scelto:
- Poco seno: se siete un po' piatte evitate l'intero e puntate invece su un bel bikini a triangolo
- Fisico mediterraneo: se la vostra tipologia di fisico è quella tipicamente mediterranea (ovvero fianchi generosi e fondoschiena un po' grosso) il due pezzi andrà benissimo. L'importante è che la mutandina non abbia la vita alta
- Una leggera pancetta: il due pezzi con lo slip a vita alta invece è perfetto per chi ha una pancia non proprio piattissima.

E in gravidanza?
Molte donne in dolce attesa si chiedono se sia meglio andare in spiaggia in costume intero o bikini. Al riguardo non c'è una regola da seguire: se la pancia non è enorme o comunque se ci si sente a proprio agio mostrandola, il due pezzi non è assolutamente bandito!