Home   »   In forma   »   Come combattere lo stress  
 
Come combattere lo stress

Come combattere lo stress

I ritmi frenetici della vita quotidiana possono mettere a dura prova i nostri nervi, portandoci a essere affaticati e poco attivi. Per contrastare lo stress, basta adottare alcune e semplici abitudini, così da sollecitare il corpo e la mente ad essere più energici.

L’attività fisica
I periodi che ci mettono a dura prova possono sembrare estenuanti, risucchiando tutte le nostre energie. Per tornare in carreggiata serve un piccolo sforzo in più che, in realtà, favorisce il rilassamento. La soluzione più efficace per contrastare lo stress psicofisico è il movimento, specie se continuativo. L’attività fisica svolge un ruolo fondamentale per il nostro benessere, infatti influisce sia sul corpo che sulla mente.

Per tornare ad essere attivi sgomberando la mente si possono seguire diverse attività, non necessariamente faticose. Gli esercizi più efficaci, in questo caso, sono quelli di stretching che permettono di allungare i muscoli. Basta ritagliarsi 15 minuti al giorno, eseguendo dei movimenti semplici e precisi per distendere le zone muscolari e nervose.

Un’altra idea per contrastare lo stress è la camminata veloce. Approfittate di una bella giornata per respirare all’aria aperta, in compagnia di un amico o del proprio compagno: i risultati sono quasi immediati. Prendere l’abitudine di passeggiare quotidianamente, o a giorni alterni, favorisce il relax e tiene in forma anche il fisico.

L’alimentazione
La stanchezza fisica e mentale è il risultato di un periodo impegnativo, che si riversa su di noi condizionando soprattutto le nostre abitudini. Durante questi momenti, la prima a risentirne è generalmente l’alimentazione. Il cibo è la nostra fonte di energia e, se si trascura la dieta, non facciamo che complicare la situazione. Quante volte si preferisce un pasto al volo, poco nutriente e ricco di grassi? Nella maggior parte dei casi appare la soluzione più veloce ed efficace per combinare gli impegni, ma in realtà aumenta lo stress.

Il primo consiglio dei nutrizionisti, a prescindere dalle diete dimagranti, è di masticare lentamente così da gustare ogni pasto. Questo influisce sulla digestione e sulla linea, così come sulla nostra mente. Durante la pausa pranzo, ad esempio, è necessario concentrarsi sul pasto evitando in ogni modo la fretta, distendendo i nervi e allontanando eventuali preoccupazioni.

Oltre a come, però, è importante anche la sostanza, cioè cosa si mangia ogni giorno. I pasti veloci sono generalmente poco genuini, perché contengono grandi quantità di grassi. I sandwich, ad esempio, sono l’emblema della pausa pranzo. Mangiare sempre pane, salumi e formaggi non rappresenta certo la dieta ideale, perché è un tipo di alimentazione che tende ad affaticare la digestione e la mente. In questo caso bisogna alternare i diversi nutrienti in un’alimentazione varia e poco condita. Un’insalata, vegetariana, di pollo o di riso, così come una pastasciutta leggera possono davvero fare la differenza.