Home   »   Bellezza   »   Green beauty: tutto quello che c’è da sapere  
 
Green beauty

Green beauty: tutto quello che c’è da sapere

I consumatori sono sempre più responsabili e consapevoli dei loro acquisti, si ricercano cosmetici che non solo si prendano cura della pelle del viso, ma anche della salute e dell’ambiente.

C’è un’attenzione maggiore all’etichetta dei prodotti, si guarda la provenienza delle materie prime, la presenza di ingredienti naturali, evitando composti chimici, parabeni e metalli come il nickel che possono portare ad allergie e intolleranze. Inoltre si è più attenti anche a tutta la filiera di produzione di un cosmetico, scegliendo packaging riciclati, ricaricabili e riciclabili.

Secondo i dati forniti dalla ricerca presentata a febbraio 2021 di Cosmetica Italia, ovvero l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche, la produzione di cosmetici naturali e sostenibili sono in crescita. Questo dimostra come il consumatore ricercando sempre di più aziende attente alla sostenibilità dell’ambiente, abbia spinto queste a inserire dei prodotti cosmetici green all’interno delle loro linee.

Prima di iniziare facciamo un po' di chiarezza su alcune terminologie che spesso si confondono: cosmetica pulita e cosmetica green.

Cosmetica pulita

Si parla di clean beauty per indicare cosmetici dove non si trovano ingredienti “inutili” che possono addirittura essere dannosi, non solo per la nostra pelle ma anche per il pianeta. Questi prodotti sono tendenzialmente costituiti per la maggior parte da ingredienti di origine naturale ma non lo sono necessariamente al 100%. La filosofia più importante che segue la cosmetica pulita è quella della trasparenza: sugli ingredienti, sulla filiera produttiva e sulla scelta del packaging sostenibile.

Cosmetica green

La green beauty propone un’alternativa di prodotti cosmetici green, attenti alle caratteristiche della pelle e allo stesso tempo alle problematiche dell’ambiente. Propone formule con ingredienti di origine vegetale, che siano sicuri, delicati ed ecosostenibili.

La sostenibilità, infatti è un concetto molto ampio e che comprende diverse sfaccettature: i cosmetici green devono essere formulati nel miglior modo possibile, in modo che impattino il minimo indispensabile sul pianeta. I prodotti devono essere progettati affinché richiedano meno acqua ed energia per la loro produzione e il loro utilizzo e che abbiano una confezione in materiale riciclato o riciclabile.

Le caratteristiche che devono avere i cosmetici green

Per essere definiti cosmetici green, questi devono avere tutta una serie di caratteristiche peculiari, vediamole insieme:

• Contenere ingredienti naturali o di origine naturale, sempre preferendo la derivazione vegetale, garantendo il mantenimento della stessa texture e funzionalità ma salvaguardando l’ecosistema;

• Preferenza di ingredienti a basso impatto ambientale, se possibile a km zero o comunque da coltivazioni biologiche e filiere controllate;

• Assenza di ingredienti chimici, inquinanti e rischiosi per la salute della persona, la regola da rispettare è sempre quella della clean beauty, eliminare gli elementi non necessari ed essere trasparenti sull’origine dei componenti dei cosmetici green;

• Essere cruelty free, ovvero non aver testato il prodotto sugli animali;

• Confezioni biodegradabili o riciclabili, in quanto il packaging è responsabile del 20% dell’emissione di gas serra.


Come avere una skincare più sostenibile

È fondamentale che l’impegno verso una cosmesi più sostenibile avvenga prima di tutto dai consumatori. Ognuno di noi, infatti, oltre a fare una scelta più consapevole preferendo prodotti cosmetici green, può anche attuare tutta una serie di azioni ed attenzioni quotidiane per diminuire l’impatto sul pianeta.

Basta poco per seguire una beauty routine più sostenibile:

• Prima di tutto bisogna impegnarsi a non sprecare, e quindi a non comprare più del necessario. Preferendo pochi prodotti naturali di buona qualità e di marche attente all’impatto ambientale, piuttosto che comprarne tanti low cost;

• Cercare di riciclare il più possibile, per esempio riutilizzando i packaging dei prodotti cosmetici dandogli una nuova vita;

• Preferire i dischetti e le salviette struccanti lavabili e riutilizzabili. Ce ne sono di vario tipo: in microfibra, bamboo o anche in cotone, si possono usare per applicare il tonico e il latte detergente, rendendo la pulizia del viso più ecologica e sostenibile. Inoltre, ne esistono di più lisce o più ruvida, con le ultime è possibile effettuare anche un’esfoliazione delicata.

• Evitare gli scrub che contengono granuli in micro plastiche e scegliere le versioni con ingredienti naturali. Le micro plastiche sono infatti altamente inquinanti, questo perché non vengono smaltite del tutto dai sistemi di depurazione e finiscono in fiumi, laghi e nel mare.

Il futuro della green beauty

Ora andiamo a sfatare un mito: i cosmetici green non reggono il confronto con i classici.

Questo è difficile da credere per chiunque abbia già provato dei prodotti di marchi naturali, come Crisail, ma proviamo a convincere chi invece non ha ancora avuto l’occasione.

Se tutti i buoni motivi sui benefici sulla salute e sulla sostenibilità del pianeta non dovessero bastare, analizziamo le tre critiche principali che vengono fatte ai prodotti green: in primis, la texture del cosmetico, si pensa che possa risultare pesante e granulosa, niente di più falso! Grazie agli olii e ai burri vegetali, che troviamo tra i primi ingredienti, la consistenza rimane delicata e compatta.

A seguire il profumo, già solo a dirlo suona strano, no? I cosmetici naturali hanno a disposizione un’infinta gamma di scelta nel mondo vegetale per donare odori pazzeschi al prodotto. E infine, il packaging, forse qualche anno fa le confezioni biodegradabili o fatte con materiali riciclati potevano non essere esteticamente gradevoli, ma ad oggi la differenza da quelle normali è praticamente invisibile!

L’ultimo consiglio che possiamo darti è quello di scegliere sempre brand che si distinguono per l’attenzione agli ingredienti naturali e all’ambiente, e che fanno del loro meglio per proporre una cosmetica ecosostenibile e salutare.