Home   »   Alimentazione   »   Alimenti senza lattosio  
 
Alimenti senza lattosio

Alimenti senza lattosio

Consumare alimenti senza lattosio è una necessità per chi soffre di intolleranza a questo zucchero presente nel latte: il problema è causato dalla mancanza/carenza di un enzima (lattasi) il cui compito è appunto quello di scindere il lattosio affinché l'organismo riesca digerirlo meglio.
Per evitare sintomi come dissenteria e dolori addominali è sufficiente evitare latte e latticini? Se escludiamo questa categoria di cibi, tutti gli altri alimenti possono davvero dirsi senza lattosio? E i formaggi sono tutti ugualmente ricchi di lattosio?
Facciamo un po' di chiarezza sull'argomento, segnalando tutti gli alimenti privi di lattosio, da quelli più “scontati” (per i quali è quasi superfluo segnalare che non contengono lattosio), a quelli più “insospettabili”.

Cosa si può mangiare senza problemi
I seguenti cibi sono privi di lattosio, per cui possono essere consumati tranquillamente:
- Cereali e prodotti da essi derivati (di conseguenza pasta, pane, riso, farine e anche fette biscottate, grissini, crackers e prodotti del genere, purché non abbiano il latte negli ingredienti: spesso non ce l'hanno, ma è sempre meglio controllare!)
- Miele e marmellata
- Gelati e dessert preparati appositamente per chi soffre di intolleranza al lattosio
- Latte delattosato (anche chiamato HD): è, come si intuisce dal nome, un latte privato del lattosio
- Latte di soia, di cocco, di riso: sono ottime alternative al latte delattosato
- Tofu (formaggio di soia)
- Panna di soia
- Yogurt HD
- Formaggi stagionati e a pasta dura/extra dura: formaggi di questo tipo (a differenza di quelli molli e freschi) non hanno lattosio perché durante la stagionatura questo zucchero si trasforma in acido lattico. Possono quindi essere consumati: parmigiano reggiano e grana padano, emmenthal, gorgonzola, groviera, provola dolce e provola affumicata, pecorino stagionato
- Carne e pesce: purché freschi e non trasformati industrialmente, sono privi di lattosio
- I salumi che recano la scritta “senza lattosio” (diversi salumi – ad esempio il prosciutto cotto – sono trattati con il lattosio)
- Uova
- Oli vegetali (di oliva, di mais, di arachidi, di girasole, di soia)
- Frutta e verdura fresche (quelle confezionate potrebbero contenere delle tracce di lattosio)
- Frutta secca.

Hanno lattosio oppure no?
Il numero degli alimenti senza lattosio potrebbe essere maggiore, ma a patto di controllare bene la lista in cui sono riportati gli ingredienti: esistono alcuni cibi, infatti, che a volte contengono tracce di lattosio, altre volte no. Stiamo parlando soprattutto di cibi confezionati e già pronti, per i quali è impossibile stabilire a priori se abbiano questa sostanza oppure no: bisogna per forza controllare l'elenco degli ingredienti.
Ecco alcuni degli alimenti potenzialmente senza lattosio, ma a cui è bene prestare attenzione:
- Cibi precotti (minestre, preparati per zuppe, risotti, purè)
- Sughi pronti
- Preparati per dolci (a volte contengono latte in polvere)
- Cereali per la prima colazione
- Salse di condimento (come la salsa rosa)
- Margarina
- Dolci vari e caramelle
- Alcuni prodotti da forno (focacce, biscotti, torte)
- Preparati per bevande (cioccolata, cappuccini)
- Prodotti surgelati.
Quando sulla confezione di questi alimenti non è presente la dicitura “senza lattosio” è bene leggere fino in fondo la lista degli ingredienti. Proprio alla fine potrebbe essere scritto “può contenere tracce di latte/lattosio”. Oppure no: e in quest'ultimo caso, quindi, il prodotto rientra fra gli alimenti senza lattosio e si può tranquillamente acquistare e consumare. Una buona idea è quella di informarsi sulle marche che hanno creato linee apposite per chi è intollerante al lattosio: in questo modo si va decisamente sul sicuro.

In conclusione
Definire con precisione quali sono tutti gli alimenti senza lattosio non è cosa così scontata: non sempre basta escludere dalla dieta latte e latticini per essere sicuri di non ingerire lattosio.
Soprattutto se si soffre di una forma di intolleranza seria (la gravità del problema varia da soggetto a soggetto e dipende dalla quantità di lattasi che il corpo è in grado di produrre: alcune persone ne producono talmente poca - o addirittura non ne producono per niente - che basta una piccola quantità di lattosio per farle stare male) è bene leggere sempre le etichette degli ingredienti riportate sul prodotto!